Oggi, a grande richiesta del forum – ma in realtà già pensata da tempo – dedichiamo la rubrica Fotoliani DOC alla nostra carissima Stefania Bruno, in arte Piumadaquila, personaggio molto popolare nella community dei nostri Autori, che ieri ha festeggiato con noi le sue prime 1000 vendite su Fotolia ;)


Piuma si racconta a briglia sciolta:


sono nata a Torino, ho 40 anni vissuti in varie zone del Piemonte vivendo e lavorando per circa 12 anni a contatto con gli animali.
Ho creato un centro addestramento e pensione cani e maneggio con pensione cavalli. Impresa difficile ma di grandi soddisfazioni, soprattutto per ciò che gli animali hanno saputo insegnarmi.
Ho collaborato come grafica, ancora prima della diffusione del PC, in vari settori tra cui allestimenti fieristici, decorazione d’interni con trompe l’oeil, creazioni di loghi ed aerografia su auto, moto e caschi.
Dipingere e disegnare è parte di me da sempre, espressione naturale inscindibile dal mio essere, cosa che non ho mai trascurato, anche nei periodi meno felici della mia vita.

Sono cresciuta con la scuola di mio padre, pittore surrealista-simbolista, purtroppo mancato quando avevo soli 27 anni, il quale ha studiato il colore in maniera approfondita nella sua essenziale verità. La sua scuola mi ha insegnato soprattutto a capire il mio stile, a coltivarlo e a non copiare mai dagli altri, ma piuttosto a prender spunto dalla realtà, con quello che la natura ci insegna, attraverso i colori, le forme e la sua energia.

Un tempo, trovavo assurdo disegnare tramite il computer, da sempre ho dipinto con i colori ad olio, con l’odore di trementina ad accompagnare i miei pensieri, o la carta e l’acquerello con la sua fragrante consistenza ed i colori sulle dita. Tutto questo, che trovo di fascino unico, manca alla creazione del disegno digitale.
A causa della lontananza forzata dal mio cavalletto per parecchi mesi, dovuto al trasferimento dal Piemonte alle Marche, mi sono avvicinata al disegno al computer.
Dopo vari esperimenti e parecchie ore di disegno, sempre alla ricerca degli strumenti più adatti e compatibili con il mio modo di lavorare, dal momento che non mi rassegnavo ad usare gli automatismi soliti che il mondo dei software offre (che sono bellissimi si, ma non li ho fatti io), sono arrivata ad ottenere qualcosa che si avvicina il più possibile alla pittura che amo.
In pratica dopo mesi di esercizio sono approdata alle medesime tecniche che ho sempre usato con il pennello e l’aerografo.
Spessissimo mi viene posta la fatidica domanda:”che programma usi?” (con il cavalletto e l’aerografia non mi chiedevano mai che pennelli o compressore usassi…)
La tecnica che uso principalmente si chiama digital paint, si lavora essenzialmente con le tavolozze colore e con formato finale jpeg, e ovviamente la tavoletta grafica, che permette di lavorare a mano libera.
Per quanto riguarda il software, uso essenzialmente un paio di programmi, Corel o Adobe.. l’importante è che abbiano un buon assortimento di pennelli, strumento aerografo e così via…
Cosa ispira i miei disegni sinceramente non lo so nemmeno io. Ma probabilmente l’ispirazione principale è merito della mia memoria che è particolarmente sbilanciata verso il lato visivo.
Così ogni semplice idea e normale concetto che si crea nella mia mente, sotto forma di immagine (tutte quindi) mi basta disegnarlo così come lo vedo.
Fotolia è stato un incentivo determinante e mi ha guidato nello sviluppo della mia arte nel settore digitale, ampliando di fatto le mie conoscenze sulla tecnica digital paint, sulla quale comunque ho ancora molto da imparare.
Inoltre Fotolia è un ambiente nel quale mi trovo bene, sia per la filosofia adottata verso noi autori, grafici e fotografi, e sia come funzionalità del sito.


Insomma… amo disegnare, il disegno è per me poesia essenziale della vita…..si vede? ;)

un grande abbraccio a tutti i miei amici Fotoliani !
grazie Piuma!!

crediti foto:
Piumadaquila – Fotolia.com
Piumadaquila – Fotolia.com
Piumadaquila – Fotolia.com